Recupero del Carcere dell’isola di S. Stefano -Ventotene

Recupero del Carcere dell’isola di S. Stefano -Ventotene

e  · La Commissaria Silvia Costa invita la cittadinanza a partecipare a questa importante iniziativa di studio che il Progetto di recupero dell’ex carcere di Santo Stefano ha contribuito a ispirare. Si tratta della prima edizione della Spring School della Università LUMSA di Roma in Scienze penitenziarie e criminologiche – nelle parole del prof. Vincenzo Caretti, Ordinario di Psicologia dinamica – trova sintesi ne “Il diritto alla speranza” quale tema portante che anima il pensiero lumsiano e che rimanda ad una chiara prospettiva etica.

Il prof. De Risio, tra gli organizzatori della Spring school, ha cosi approfondito il concetto di prospettiva etica che “si declina su due versanti complementari ed inscindibili: l’etica delle competenze e l’etica delle responsabilità. “Nata sotto l’impulso del partenariato sottoscritto con il Commissario Straordinario del Governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex Carcere borbonico dell’Isola di S. Stefano-Ventotene, Silvia Costa, e il Comune di Ventotene, la Spring School LUMSA nasce come spin-off di una più ampia collaborazione di alto livello culturale, scientifico, istituzionale.

L’ex Carcere di Santo Stefano dunque, nelle intenzioni degli organizzatori, si configura come caso paradigmatico, per le nuove generazioni di studiosi, ricercatori e professionisti, interessati a rendere l’esecuzione penale e l’ambito penitenziario sempre più compatibili con i principi costituzionali e con gli standard internazionali.

#excarceresantostefano#Ventotene#progettoventotene#LUMSA#dirittopenale

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.