SIT-IN CONTRO LA VENDITA DI IMMOBILI DI VIA ROSSANO CALABRO

SIT-IN CONTRO LA VENDITA DI IMMOBILI DI VIA ROSSANO CALABRO

COMUNICATO STAMPA

Grottaferrata. Sit-in di protesta e raccolta firme per evitare la possibile vendita degli immobili comunali di Via Rossano Calabro.

Lunedì 23 maggio mattina, all’esterno della sede del Comune di Grottaferrata in Piazzetta Eugenio Conti 1, hanno stazionato a lungo Rappresentanti del Gruppo associativo “La Comunità alla base” e del Movimento Politico “Libertas”. Tra essi, l’ex Sindaco Giampiero Fontana, l’ex Consigliere provinciale Fabrizio Marconi, l’Architetto Paolo Loria, il Dott. Paolo Oronzo Magli, i Sigg.ri Giovanni Cerica e Federico Ciavarella, i quali hanno dato vita ad un sonoro e vivace sit-in di protesta contro la Delibera n. 48 del 1° aprile 2022, con la quale il Dott. Davide Lo Castro, Sub Commissario prefettizio nei poteri della Giunta, ha approvato il conferimento di un incarico legale nell’ambito del ricorso per Accertamento Tecnico Preventivo (ATP) ex art. 696 c.p.c. che interessa la JDL srl ed il Comune.

Il sit-in è stato accompagnato da una raccolta firme a sostegno di un documento indirizzato al Commissario Straordinario di Grottaferrata Dott. Giancarlo Dionisi, con il quale si chiede di revocare la Delibera 48 e di interrompere l’ATP propedeutico alla possibile vendita dei 4 appartamenti di proprietà del Comune siti in Via Rossano Calabro.

Durante il sit-in e la raccolta firme, il Dott. Lo Castro, che transitava nel piazzale antistante “Palazzo Consoli”, si è intrattenuto con i manifestanti i quali gli hanno posto alcune domande specifiche sulla questione, fornendogli anche la disponibilità ad approfondire congiuntamente i pregressi passaggi tecnico-amministrativi.

In particolare, al Dott. Lo Castro è stato fatto presente che i 4 appartamenti che si vorrebbero alienare costituiscono “evidente interesse pubblico a vantaggio della collettività” ed hanno determinato “un incremento del patrimonio comunale” da indirizzare ad housing sociale e/o equivalenti destinazioni di “pubblica utilità”, premesse basilari (ed ineludibili) del Piano Integrato di Intervento approvato con Delibera n. 11 del 14/8/2013, dal Commissario Straordinario pro tempore coi poteri del Consiglio comunale (Dr.ssa Enza Caporale).

L’ex Sindaco Fontana e l’Arch. Loria hanno rilasciato alcune video-interviste nel corso delle quali è stato evidenziato l’incomprensibile, talora palesemente contraddittorio e con potenziali profili di danno per l’erario, atteggiamento dell’Amministrazione comunale. In particolare, Fontana e Loria hanno stigmatizzato il parere reso con nota prot. n. 8417 del 28/2/2022 dal Dirigente del I Settore Tecnico-Ambiente comunale, il quale dichiara che “la monetizzazione delle unità immobiliari per le quali la Convenzione Rep. n. 44 – Racc. n. 28 del 9/6/2016 prevede il trasferimento al Comune di Grottaferrata, possa configurarsi come la modalità di attuazione degli obblighi convenzionali maggiormente e più utilmente perseguibile ai fini del soddisfacimento del pubblico interesse“.

Per tali motivi, i manifestanti hanno ribadito che i 4 appartamenti comunali devono immediatamente essere immessi nel possesso del Comune ed assegnati a chi ne ha bisogno, sottolineando che non ci si fermerà alla raccolta firme a sostegno del documento inviato al Commissario Straordinario, bensì sarà valutata la possibilità di segnalare la vicenda alle competenti Autorità, a tutela del patrimonio immobiliare comunale e per evitare lo scempio della ventilata vendita degli immobili.

I manifestanti hanno altresì lanciato l’appello a tutti i candidati Sindaci ed ai candidati al Consiglio comunale, affinché sostengano concretamente l’iniziativa e vogliano farne tema di discussione nella campagna elettorale in corso. Analogo appello è stato rivolto al mondo dell’associazionismo socio-culturale, alle categorie produttive ed alla Cittadinanza tutta, al fine di raccogliere il maggior numero di firme possibili a supporto della richiesta di annullamento della Delibera 48.

La raccolta firme prosegue e chiunque voglia aderire può scaricare gli appositi moduli dalla pagina Facebook del Gruppo “La Comunità alla Base” e/o del Movimento Politico “Libertas”, ovvero richiederne copia inviando una mail a grottaferrata2022@gmail.com.

25 maggio 2022

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.