CIAMPINO. REVOCA DEL CDA DI AET – AGGIORNAMENTI: IL COMUNE DIETRO UN IMBARAZZATO SILENZIO!

AGGIORNAMENTO 8 NOVEMBRE 2020 – COME MAI L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CIAMPINO NON CHIARISCE LA SITUAZIONE E SI TRINCERA DIETRO UN IMBARAZZATO SILENZIO? CHI DA’ LE DISPOSIZIONI ALL’UFFICIO COMUNICAZIONE? E’ POSSIBILE CHE IL MUTATO ATTEGGIAMENTO SIA CONSEGUENZIALE ALL’ORMAI FAMOSO “MONNEZZA GATE?”.

IN ATTESA DI INFORMAZIONI

(COMUNE DI CIAMPINO) AL DIRETTORE, LE INVIO IL SEGUENTE COMUNICATO CON PREGIERA DI PUBBLICAZIONE;

AET: NOTA DELLA GIUNTA SU REVOCA CDA

Ciampino, 6 novembre 2020 – In data odierna la Giunta comunale di Ciampino, preso atto dei rilievi del Sindaco Daniela Ballico relativi a fatti e atti ascrivibili al Cda della Società Ambi.En.Te. Spa, ha dato mandato allo stesso, per scongiurare pregiudizi alla Società e in tutela dell’Amministrazione Comunale, di porre in essere gli adempimenti necessari, ivi compresa la revoca dell’attuale Cda.

Nell’ultimo periodo i rapporti tra il Cda di AET e il Comune di Ciampino si erano irrigiditi, riscontrando diverse criticità. Tra queste una non adeguata performance della Società, una assenza della comunicazione istituzionale tra l’Azienda e il suo Socio di maggioranza, come risultato in occasione dell’approvazione del bilancio 2019 o della presentazione del nuovo piano industriale, mai sottoposto all’attenzione del Socio.

Nonostante i ripetuti tentativi di normalizzare la situazione, si è reso indispensabile adottare tale drastico provvedimento per la salvaguardia della Società e dell’interesse pubblico generale.

EDITORIALE

In ottemperanza alla “preghiera” espressa dall’Ufficio di Comunicazione espressione del sindaco Ballico pubblichiamo il Comunicato.

Restano, però, oscure le motivazioni piuttosto incomprensibili, in tempi improvvisi, nei quali queste vicende si sarebbero concretizzate.

Nessuna avvisaglia era stata, infatti, segnalata alla Stampa. Nessuna argomentazione anticipata.

E’ questo il modo con il quale ci si rapporta con l’Opinione pubblica e con la Stampa che ne è il tramite Istituzionale?

Le testate giornalistiche, regolarmente registrate al Tribunale di Velletri, MURALES e WWW.LAZIO.TV chiedono Trasparenza! E riteniamo che nello stesso modo la pensino le altre testate locali e nazionali che si occupano di una Città come Ciampino.

Questo è il risultato per aver eluso (in piena continuità con le amministrazioni precedenti di diverso colore politico) la formazione di un vero Ufficio Stampa Istituzionale attraverso un bando pubblico come già stabilito tra l’ANCI Nazionale e la FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) sindacato unico dei Giornalisti d’Italia. Tutte argomentazioni che erano state rappresentate al neoeletto sindaco Ballico da chi aveva svolto il ruolo di segretario regionale di Stampa Romana con delega agli Uffici Stampa.

Il sindaco Ballico, invece, grazie al supporto di “eminenti” collaboratori ha scelto una soluzione “In house” per poter gestire l’informazione istituzionale in modo personalistico.

Il sindaco Ballico, infatti, non ha mai promosso una Conferenza Stampa con la possibilità ai giornalisti di proporre domande su episodi mai chiariti.

Quelli che vengono immediatamente alla memoria, che si sono susseguiti in circa un anno e mezzo sono: una strana pubblicazione sul sito Istituzionale in occasione della ricorrenza dell’anniversario della strage di Bologna (di cui la pubblicazione è ancora ignota la responsabilità) e la tragicomica vicenda del “Monnezza Gate”.

Ma confidiamo ancora su una convocazione di una Conferenza Stampa aperta a giornalisti di testate locali e nazionali per consentire al sindaco di poter dimostrare la Trasparenza e la Correttezza degli atti adottati in questa prima fase del mandato.

Sul piano politico restano, infatti, oscure le decisioni prese verso l’ex assessore ai Lavori pubblici Massimo Grasso e dell’ex assessore all’Urbanistica Marcello Muzi (a quanto è dato sapere, non ancora reintegrato).

Non ce ne voglia il sindaco Ballico, ma tutto ciò dà l’impressione di voler trattare la Cosa pubblica come Cosa propria.

In attesa di “scoprire” tutti gli elementi di questa ultima vicenda, invitiamo tutta la popolazione ciampinese a vigilare nell’interesse della città  

CHE COSA E’ INTERVENUTA DOPO LA DATA DEL 17 FEBBRAIO 2020 NELLA QUALE L’AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI CIAMPINO MAGNIFICAVA L’OPERATO DI AET E DEL SUO PRESIDENTE?

Ciampino 17 febbraio 2020

COMUNICATO STAMPA del Comune di Ciampino (Ufficio Comunicazione)

Il Sindaco di Ciampino, Daniela Ballico, si complimenta per i risultati raggiunti da AET Spa in relazione ai dati della raccolta differenziata nel Comune di Ciampino.

In queste ore, Dario Matturro, presidente di AET SpA, ha comunicato con grande soddisfazione i dati relativi alla raccolta differenziata nel comune di Ciampino.

Nell’anno 2019 si sono infatti raggiunti valori di raccolta differenziata di oltre il 64%, dato allineato ai comuni più performanti del Nord Italia con pari popolazione, che testimoniano l’attento operato dell’azienda che ha incrementato i valori RD dello scorso anno di circa il 9%, passando dal 56,27% al 64,22%.

Inoltre afferma Dario Matturro: “ciò che ci fa maggiormente piacere è che attraverso l’ottimizzazione dei fattori della produzione, della logistica, della gestione operativa e quindi attraverso una pianificazione del servizio più puntuale, ma soprattutto attraverso una visione sempre più orientata ai dettami dell’economia circolare il dato percentuale del secondo semestre risulta in ulteriore miglioramento giungendo infatti alla soglia del 67%.

Numeri importantissimi che hanno come risultato una riduzione significativa della quantità rifiuto indifferenziato raccolto rispetto all’anno 2018.

Il decremento infatti raggiunge la percentuale del 19%. AET, per rafforzare ulteriormente la sua posizione sul mercato di riferimento condividendo con il socio di maggioranza e con l’intero Comitato di Controllo Analogo, ha posto le basi per il raggiungimento di due obiettivi estremamente significativi: la capitalizzazione della società e la pianificazione per la realizzazione di un impianto che tratti le frazioni di rifiuto destinate al recupero.

Le performance raggiunte e gli obiettivi strategici evidenziati costituiscono uno stimolo decisivo per le iniziative che AET e l’Amministrazione andranno ad intraprendere a partire dal 2020 poiché consentiranno di raggiungere risultati oltremodo significativi in termini di servizio reso all’intera cittadinanza”.

Il Sindaco, Daniela Ballico, in merito ai dati forniti da AET, ha dichiarato: “Sono molto soddisfatta dei risultati illustrati dal presidente Dario Matturro relativi alla raccolta differenziata per il nostro Comune. Quello della sostenibilità e del riciclo è uno dei temi più importanti per la nostra Amministrazione e abbiamo riservato fin da subito un’attenzione del tutto speciale per la tematica. Ho piena fiducia nelle strategie gestionali messe in campo dai vertici dell’azienda per raggiungere gli obiettivi che abbiamo prefissato per il prossimo futuro. Proprio per questo motivo stiamo realizzando, in collaborazione con il nostro assessorato alla Pubblica Istruzione, attraverso l’interessamento diretto dell’Assessore Contestabile e con la partecipazione attiva di AET, un percorso di educazione scolastico sul tema del riciclo rivolto alle scuole del nostro territorio, calibrato sulle varie fasce di età dei nostri studenti. Lo avevamo previsto nel nostro programma, lo abbiamo anticipato con uno stand spot durante la Notte Bianca, lo stiamo realizzando in pianta stabile. L’obiettivo è quello di rendere Ciampino una città sempre più orientata verso un sistema di gestione dei rifiuti sostenibile, con tutti i vantaggi che questo comporta per l’ambiente e in termini di risparmi per i nostri cittadini”

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.