IL CORAGGIO DI PARTECIPARE.  IL MOVIMENTO DEL FAIR PLAY  STIGMATIZZA IL BOICOTTAGGIO DEI XXIV GIOCHI INVERNALI DI PECHINO.  IL LANCIO DELLE AGENZIE DOPO IL CONGRESSO EUROPEO EFPM

IL CORAGGIO DI PARTECIPARE.  IL MOVIMENTO DEL FAIR PLAY  STIGMATIZZA IL BOICOTTAGGIO DEI XXIV GIOCHI INVERNALI DI PECHINO.  IL LANCIO DELLE AGENZIE DOPO IL CONGRESSO EUROPEO EFPM

IL CORAGGIO DI PARTECIPARE.  IL MOVIMENTO DEL FAIR PLAY  STIGMATIZZA IL BOICOTTAGGIO DEI XXIV GIOCHI INVERNALI DI PECHINO.  IL LANCIO DELLE AGENZIE DOPO IL CONGRESSO EUROPEO EFPM
Ansa    17-12-21  14:04          SPORT
Pechino:Comitato Fair Play, ‘no al boicottaggio diplomatico’
(ANSA) – ROMA, 17 DIC – Sulla questione del ‘boicottaggio diplomatico’ annunciato dagli Usa ed altri Paesi nei confronti dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022, arriva la raccomandazione del Comitato Nazionale Italiano Fair Play al rispetto dei principi e dei valori olimpici e dello sport: “E’ inaccettabile che si ripeta il rito dei forfait di delegazioni diplomatiche. Al riguardo, il CNIFP, in linea con il CONI e con il Cio, non può che sollecitare istituzioni e governi a comportamenti rispettosi dello spirito olimpico, assolutamente indipendente da influenze di carattere politico o di altra natura”. Lo dichiara il presidente del Cnifp, Ruggero Alcanterini al Congresso Europeo Straordinario dell’EFPM. (ANSA).

https://www.primapaginanews.it/articoli/pdf?id=506298
http://www.lazio.tv/home/index.php?option=com_content&view=article&id=983:fair-play-italia-il-presidente-ruggero-alcanterini-presenta&catid=47&Itemid=227
Pechino 2022: Cnifp, boicottaggio non rispetta spirito Olimpico =
(AGI) – Roma, 17 dic. – Il Comitato nazionale italiano Fair Play
si rivolge alle delegazioni partecipanti al Congresso europeo
straordinario Efpm, a proposito della questione del
‘boicottaggio diplomatico’ annunciato da Usa e altri Paesi nei
confronti dei XXIV Giochi olimpici invernali in programma a
Pechino dal 4 al 20 febbraio, con una raccomandazione al
rispetto dei principi e dei valori olimpici e dello sport. “Dopo
aver vissuto la storia odiosa degli annullamenti di tre edizioni
dei Giochi olimpici estivi per due guerre mondiali, dei
boicottaggi di due per guerra fredda, degli attentati ad altri
due per diaspore etniche, dopo i tentativi falliti per
PyeongChang, nel 2018 – spiega il presidente Cnifp, Ruggero
Alcanterini – adesso e’ inaccettabile che si ripeta il rito, con
l’annuncio del forfait di delegazioni diplomatiche. Al riguardo,
il Cnifp, in linea con il Coni e con il Comitato olimpico
internazionale, non puo’ che sollecitare istituzioni e governi a
comportamenti rispettosi dello spirito olimpico, assolutamente
indipendente da influenze di carattere politico o di altra
natura”. (AGI)Red/Bal (Segue)
171748 DIC 21
NNNN
Pechino 2022: Cnifp, boicottaggio non rispetta spirito Olimpico (2)=
(AGI) – Roma, 17 dic. – “La pretestuosita’ di interventi che
tendono ad utilizzare l’opportunita’ mediatica dei Giochi e a
fare degli stessi strumento per finalita’ che nulla hanno a che
vedere con la condivisione universale della pax olimpica va
stigmatizzata e respinta”, aggiunge Alcanterini che sottolinea
come “in un momento in cui occorre la massima coesione per
affrontare la transizione etica della collettivita’ e la
salvaguardia del Pianeta, anche attraverso lo sport, in tutte le
sue espressioni mirate a integrazione e inclusione, e’
impensabile che si indulga a sentimenti e azioni di segno
contrario”.
Immediata la risposta di Philippe Hosiaux Oly, presidente di
European Fair play Movement: “Nel corso del Congresso
straordinario dell’Efpm, l’Assemblea ha condiviso la
‘raccomandazione’ del Comitato nazionale italiano Fair Play.
Oggi, con il nuovo articolo, il 50 della Carta Olimpica, e’
possibile esprimere le proprie idee anche in opposizione alla
nazione ospitante, senza ricorrere al boicottaggio, che ricorda
l’apartheid e le due guerre mondiali, che hanno prodotto solo
frustrazione e tristezza per gli atleti della decisione politica
dei loro Paesi”. (AGI)Red/Bal
171748 DIC 21
NNNN
https://www.mywhere.it/…/il-dovere-compiuto-tra-il-fair...
OLIMPIADI: COMITATO FAIR PLAY CONTRO BOICOTTAGGIO DIPLOMATICO, ‘RITO INACCETTABILE’ = Roma, 17 dic. (Adnkronos) – “Dopo aver vissuto la storia odiosa degli annullamenti di tre edizioni dei Giochi Olimpici estivi per due guerre mondiali, dei boicottaggi di due per guerra fredda, degli attentati ad altri due per diaspore etniche, dopo i tentativi falliti per PyeongChang, nel 2018 è inaccettabile che si ripeta il rito, con l’annuncio del forfait di delegazioni diplomatiche” Lo scrive in una nota il Presidente del Comitato Nazionale Italiano FAIR Play, Ruggero Alcanterini. “Il Cnifp, in linea con il Coni e con il Comitato Olimpico Internazionale, non può che sollecitare istituzioni e governi a comportamenti rispettosi dello spirito olimpico – prosegue Alcanterini – assolutamente indipendente da influenze di carattere politico o di altra natura. La pretestuosità di interventi che tendono ad utilizzare l’opportunità mediatica dei Giochi e a fare degli stessi strumento per finalità che nulla hanno a che vedere con la condivisione universale della pax olimpica va stigmatizzata e respinta”. (Spr/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 17-DIC-21 14:46 NNNN
PECHINO 2022. COMITATO FAIR PLAY: NO BOICOTTAGGI, RITO INACCETTABILE (DIRE) Roma, 17 dic. – “Dopo aver vissuto la storia odiosa degli annullamenti di tre edizioni dei Giochi Olimpici estivi per due guerre mondiali, dei boicottaggi di due per guerra fredda, degli attentati ad altri due per diaspore etniche, dopo i tentativi falliti per PyeongChang nel 2018, adesso è inaccettabile che si ripeta il rito, con l’annuncio del forfait di delegazioni diplomatiche”. Così il presidente del Comitato Nazionale Italiano FAIR Play, Ruggero Alcanterini, rivolgendosi alle delegazioni partecipanti al Congresso Europeo Straordinario dell’EFPM con una raccomandazione al rispetto dei principi e dei valori olimpici e dello sport, in riferimento alla questione del cosiddetto boicottaggio diplomatico. “Al riguardo, il CNIFP, in linea con il CONI e con il Comitato Olimpico Internazionale, non può che sollecitare istituzioni e governi a comportamenti rispettosi dello spirito olimpico, assolutamente indipendente da influenze di carattere politico o di altra natura. La pretestuosità di interventi che tendono ad utilizzare l’opportunità mediatica dei Giochi e a fare degli stessi strumento per finalità che nulla hanno a che vedere con la condivisione universale della pax olimpica va stigmatizzata e respinta”, aggiunge Alcanterini, che sottolinea_ “In un momento in cui occorre la massima coesione per affrontare la transizione etica della collettività e la salvaguardia del Pianeta Terra, anche attraverso lo sport, in tutte le sue espressioni mirate a integrazione e inclusione, è impensabile che si indulga a sentimenti e azioni di segno contrario”. Immediata la risposta di Philippe Hosiaux Oly, Presidente di European FAIR Play Movement, che in una nota dichiara: “Nel corso del Congresso Straordinario dell’EFPM l’Assemblea ha condiviso la ‘raccomandazione’ del Comitato Nazionale Italiano FAIR Play. Oggi, con il nuovo articolo, il 50 della Carta Olimpica, è possibile esprimere le proprie idee anche in opposizione alla nazione ospitante, senza ricorrere al boicottaggio, che ricorda l’apartheid e le due guerre mondiali, che hanno prodotto solo frustrazione e tristezza per gli atleti “ostaggi” della decisione politica dei loro Paesi”. (Com/Res/ Dire) 22:05 17-12-21 NNNN

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.