ROMA. LISTA ECOLOGISTA CON VIRGINIA RAGGI

ROMA. LISTA ECOLOGISTA CON VIRGINIA RAGGI

Nella foto con la dr.ssa Simona Morelli, in lista al n. 39

Una lista per una Roma ecologica che coniughi cultura e innovazione. È la lista Ecodigital a sostegno della sindaca di Roma uscente del M5s Virginia Raggi che sarà guidata dall’ex ministro del governo Prodi II Alessandro Bianchi, da Lapo Sermonti, esperto di tematiche ambientali, e Alessandro Cardente, già presidente del Municipio IV ai tempi della giunta Veltroni.

La lista ha lanciato subito una iniziativa: 24 e il 25 settembre saranno piantati 4 mila alberi al Parco della Musica. “Fanno parte del programma di riforestazione della città. Vogliamo raggiungere 5 milioni di alberi in 5 anni e fare un grande raccordo boschivo attorno al raccordo”, ha sottolineato Sermonti. Tra i collaboratori anche il presidente di Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, il social media manager di Taffo Riccardo Pirrone, e il direttore di Teleambiente Stefano Zago. Tre i punti di partenza: unificare centro e periferia; favorire la mobilità sostenibile diminuendo il traffico privato; valorizzazione il patrimonio archeologico e culturale anche nelle periferie per creare città di prossimità. La lista è stata presentata stamattina a piazza Vittorio Emanuele. “Sono un sostenitore convinto della rielezione di Virginia Raggi per completare il lavoro e migliorarlo.

Chiunque si senta ecologista, siccome c’è il voto disgiunto, dovrebbe votare per Raggi – ha aggiunto Pecoraro Scanio -. Non ci sono molti candidati ecologisti, chi è in campo come ecologista negli altri schieramenti non si è mai distinto in nulla in materia di ecologia. Tra i candidati in campo Raggi è la più ecologista. Non ha fatto tutto, ma se lo avesse fatto non si sarebbe ricandidata. Vediamo i limiti e le difficoltà, ma sappiamo che era difficile per una città come Roma. Nel 2016 c’è stato un voto per il cambiamento. Ora il cambiamento è avviato e dobbiamo fare in modo che la sindaca nella prossima consiliatura, in Aula Giulio Cesare abbia un sostegno leale, purtroppo c’è stata molta slealtà anche se lei non si è mai arresa. Oggi siamo a piazza Vittorio che è stata riqualificata, spero che si possano fare 200 riqualificazioni urbane nei prossimi 5 anni come in questa piazza

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.