Oggetto: Artena, ritrovata in un campo rom la ragazzina italiana scomparsa. Arrestato il convivente bosniaco – mercoledì 23 Dicembre 15:36.

Oggetto: Artena, ritrovata in un campo rom la ragazzina italiana scomparsa. Arrestato il convivente bosniaco – mercoledì 23 Dicembre 15:36.
    

Dalla Fondazione San Michele Arcangelo Patrono Italy Onlus-

C.F. 90045890663 – P.IVA 01984770667

Artena Via Colle Siciliano n.5 – 00031 – Tel 06/60513565 – 333-3477367 Fax 06/92963052

Sede Sociale Avezzano (Aq) San Pelino Vecchio Via S. Maria N.1 – Sede Amm/Op Marino (Rm) Via G. Garibaldi 117,  Int 13

Palatucci@fondazionesanmichelearcangelo.it  – www.fondazionesanmichelearcangelo.it  Palatucci@pec.it

Gruppo App. Prot. 359/20

Artena 26/12/2020                  

Rettifica

Nei giorni scorsi su un articolo La Fondazione San Michele Arcangelo Patrono Italy Onlus è stata associata ad una minore fuggita da casa. Si rappresenta il fatto che che la minore di cui trattasi nell’articolo è una delle sorelle che in passato (ma non attualmente) questa Organizzazione No-Proft, ha seguito con grande impegno Welfare sino a farle ottenere il prolungamento della tutela sino al compimento dei 21 anni.

Tanto da ricevere a Maggio 2019 una singolare Pec che ci informava a firma di 4 Funzionari il Servizio di Roma, avallato dal Tutore Assistente Sociale delegato della Sindaca Raggi, che l’eventuale ospitalità delle minori era liquidato come Volontariato e pertanto non previsto alcun rimborso per i servizi prestati (Servizi tutt’ ora non corrisposti).

Alcuna progettualità veniva prevista o demandata alla struttura residenziale, alla quale non restava altro che rendere edotte le varie autorità e fornire quella gestione ordinaria a favore delle minori.

Le giovani che più volte hanno trovato in questa Comunità una “Cassa”, sicuramente hanno mantenuto una condotta critica e complessa, ma la mancanza di progettualità le ha particolarmente compromesse, in particolare la più piccola (benché da noi sempre viste come risorse preziose).

Tutto questo premesso, per precisare che in data 24/10/2020 si è dato seguito alla richiesta del Centro Giustizia Minorile, di trasferire la minore da questa Comunità ad altra sita nella Provincia di L’Aquila, ove da li ben presto si è allontanata, per poi essere assegnata ad altre numerose strutture in Roma.

La minore ha sempre tentato la riassegnazione in questa comunità, che la tiene a cuore per le sue forti criticità, ma ha dovuto pagare ingiustamente, la sua grande disponibilità ad accogliere “gli Ultimi” quelli che hanno già alle loro spalle numerose progettualità fallite in diverse comunità.

La richiesta di smentita è inoltrata per dare voce ai quei giovani, che privi di quei strumenti e consapevolezza, sono vittime incoscienti del loro futuro che li attende maggiorenni quali destinatari delle attenzioni del mondo Welfare.

Gruppo Appartamento

Giovanni Palatucci Il Poliziotto Servo Di Dio

Redazione Murales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.